fragm

cette fin du monde de poche s’exprimait tout entière dans la syllabe fragm (Michel Leiris)

  • Commenti recenti

  • Classifica Articoli e Pagine

  • Articoli Recenti

  • Archivi

  • Categorie

  • Meta

  • Blog Stats

    • 21,374 hits
  • luglio: 2009
    L M M G V S D
    « Giu   Set »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • Pagine

Gilles Deleuze / Francis Bacon. Logica della sensazione

Posted by alfredoriponi su luglio 13, 2009

Certo, la musica attraversa intimamente il nostro corpo, mettendoci un orecchio nel ventre, nei polmoni ecc. La musica ha a che fare con onde e eccitabilità. Ma, per l’appunto, trascina il nostro corpo, e i corpi, in un altro elemento. Libera i corpi della loro inerzia, della materialità della loro presenza. Disincarna i corpi. Così che è possibile parlare con proprietà di un corpo sonoro, e anche di corpo a corpo in musica, per esempio in un motivo, anche se, come diceva Proust, si tratta di un corpo a corpo immateriale e disincarnato, dove non resta neppure “il minimo residuo di materia inerte e refrattaria allo spirito”. In un certo senso la musica comincia là dove finisce la pittura, e quando si parla della superiorità della musica, non si intende nient’altro che questo. Essa si colloca su linee di fuga che attraversano i corpi, ma trovano consistenza altrove. La pittura, d’altra parte, si colloca a monte, là dove il corpo fugge, ma dove, fuggendo, scopre la materialità di cui è composto, la pura presenza di cui è costituito, e che non potrebbe scoprire altrimenti. È insomma proprio la pittura a scoprire la realtà materiale del corpo, con il suo sistema di linee-colori e con il suo organo polivalente, l’occhio. «Il nostro occhio insaziabile e smanioso», diceva Gauguin. L’avventura della pittura consiste nel fatto che soltanto l’occhio abbia potuto farsi carico dell’esistenza materiale, della presenza materiale: sia pure quella di una mela.


Annunci

3 Risposte to “Gilles Deleuze / Francis Bacon. Logica della sensazione”

  1. Remy71 said

    Bella citazione, il saggio di Deleuze è una lettura imperdibile; mi chiedo però che cosa pensare della materialità di certi suoni della musica contemporanea, così protratti nella scoperta di una materialità rivisitata: Xenakis, in particolar modo, naturalmente Bruno Maderna. Che fosse per l’appunto una risposta ad una tendenza metafisica della “più astratta delle arti”?

    Mi sembra che tra il saggio da cui trai la citazione e il meno recente “Marcel Proust e i segni” ci siano delle forti connessioni; magari ci tornerò in un prossimo post…Intanto grazie per gli spunti di riflessione tra musica, filosofia e pittura. Per dimenticarsi della mediocrità del presente (penso a certi libri di Estetica che propinano improbabili ricognizioni) non c’è che Deleuze…:)

    Intanto, per cominciare, su Proust secondo Barthes riprendo il discorso in un mio recente:
    Journal IX

  2. Remy71 said

    Ogni tanto torno a setacciare l’archivio, il tuo, il vostro archivio…Ogni tanto mi faccio prendere dal "mal d’archivio", da impressioni fugaci come questa: Nancy ha scritto un saggio breve, denso e davvero bello sul suono dove sembra riecheggiare tutto il discorso che Deleuze faceva, come suo solito, a margine di altre arti – come deriva supplementare di un discorso.

    Il saggio ha un titolo polivalente: à l’écoute…Tutto tranne che un titolo semplice, quindi, che rimane impigliato tra la "lettera" di Lacan, quella di Deleuze e quella, chiaramente, inviata da e per Derrida. Forse lo hai già letto, altrimenti è un’esperienza da fare.

    Sempre sull’archivio alfrediano, bisogna dire: "satira dell’abisso". Fuori dalla cornice di questo mondo antico, in fondo, che è Internet…Pascolo di pecore, crepuscolo comunicativo. E al diavolo i commenti che non dicono niente.

    Fair le chimpanzé sur le rebord…pour amuser les autres? No, le jardin-lui sait tout.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: