fragm

cette fin du monde de poche s’exprimait tout entière dans la syllabe fragm (Michel Leiris)

  • Commenti recenti

  • Classifica Articoli e Pagine

  • Articoli Recenti

  • Archivi

  • Categorie

  • Meta

  • Blog Stats

    • 21,487 hits
  • agosto: 2012
    L M M G V S D
    « Lug   Set »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • Pagine

Vĕra Linhartová / Interanalisi del fluito prossimo

Posted by alfredoriponi su agosto 2, 2012

 

 

da INTERANALISI DEL FLUITO PROSSIMO

 

Avere un posto, dove nessuno mi conosca. Essere al riparo. Perché non dipende da un cambiamento di posto – (i posti non rimandano l’uno all’altro, né si coprono, ma crescono tutti insieme). Il più grande riparo è nei vecchi posti conosciuti. E solo le persone più intime sono i veri sconosciuti; accanto a loro è solitudine e sicurezza.

[…]

Cammino nel sottosuolo delle parole, so dov’è la loro preistoria. So di contrade, dove le parole davvero non significano nulla e dove non hanno bisogno di lasciare l’impronta – che è proprio il contrario della loro sembianza – per essere evidenti. Di parole-radici che restano dette a metà, perché non hanno bisogno di desinenze per esser complete.

[…]

– Qui nel sottosuolo il linguaggio è davvero vivo: ciò che diciamo di solito sono solo viticci e foglie affiorati alla superficie. Le connessioni tra loro sono solo schemi immaginari, in cui li inquadriamo guardando dal di sopra. Il loro vero legame è qui sott’acqua, dove i loro steli si intrecciano in modo incredibile, e il suolo, dal quale crescono, è uniforme. – Sono pochi coloro che vengono qui in visita.

[…]

II più vecchio sogno che mi ricordo ancora è quello di una strada in un bosco e d’una terra screpolata, arsa come il fondo di uno stagno in una torrida estate: questa terra pendeva nel vuoto, dietro ad essa in basso era la volta del cielo con nuvolette. Era Finis Terrae. Dovevo tornare di là, ma quando ero giunto ormai in vista, mi si parò dinanzi un muretto con una ringhiera di ferro. Vedevo al di sopra di esso, e dovevo io pure esser visto. Stavo lì senza nascondermi, ma non feci nemmeno nulla per attirare l’attenzione su di me, non li chiamai, perché non se ne andassero via senza di me. – Conosco questo sogno da molto tempo.

 

[Vĕra Linhartová, Interanalisi del fluito prossimo, Einaudi 1969]

 

*

Věra Linhartová, narratrice e poetessa ceca (Brno 1938). Critica d’arte legata negli anni Sessanta al Gruppo surrealista di Praga (di quegli anni sono i versi pubblicati poi in Giano dai tre volti, 1993), autrice di monografie su artisti figurativi (A. Tapiés, J. Šima), dalla sua produzione narrativa estremamente rarefatta esala un indubbio quanto inquietante fascino. In un’epoca di obbligato realismo, i bizzarri e quasi astratti racconti che aveva cominciato a scrivere sul finire degli anni Cinquanta – poi confluiti in Uno spazio da distinguere (1964), Interanalisi del fluito prossimo (1964), Discorso sul montacarichi (1965), L’eppurlinguaggio (1967) e Una casa lontano (1968) – mettono in scena le raggelate geometrie di una razionalità che delega alle circonvoluzioni del discorso quel senso solo raramente veicolato da un qualche sviluppo della trama. In Chimera, ovvero Sezione di cipolla (1967, pub. nel 1993), l’ultimo testo in ceco, il tono sembra farsi invece più discorsivo, con compiaciute divagazioni letterarie. Trasferitasi nel 1968 a Parigi, la sua ricerca all’interno del linguaggio è continuata in francese nei testi brevi, quasi poemetti in prosa, di Twor (1974) e Intervals (1979; Intervalli). Risultato forse del nuovo interesse per la cultura giapponese d’avanguardia (cui ha poi dedicato studi e traduzioni) sono il ritorno al figurativo e la nuova scrittura cesellata che pervade Portraits carnivores (1982; Ritratti carnivori), tre accorate variazioni sul tema del vuoto, dell’isolamento cercato, e i racconti di Anachroniques (1995) e Mes oubliettes (1997). (www.sapere.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: