fragm

cette fin du monde de poche s’exprimait tout entière dans la syllabe fragm (Michel Leiris)

  • Commenti recenti

  • Classifica Articoli e Pagine

  • Articoli recenti

  • Archivi

  • Categorie

  • Meta

  • Blog Stats

    • 24.945 hits
  • dicembre: 2012
    L M M G V S D
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
  • Pagine

Archive for 23 dicembre 2012

CLAUDE SIMON

Posted by alfredoriponi su dicembre 23, 2012

in Piero della Francesca: quell’avvizzimento caratteristico di quasi tutti i volti e che non dipende tanto dalla morfologia primaria (facies del bruto – natura nella soldataglia –, dell’avvelenatore, del bellimbusto, del cinedo, come, per esempio, in La vittoria di Eraclio su Cosroe, quel paggio che suona la tromba, un adolescente a prima vista ma, esaminato più a lungo, con una pesantezza opaca nello sguardo, occhi cerchiati e impassibilità) quanto da qualcosa che li abbia prematuramente, subdolamente logorati, segnati. Come una tara. La ricchezza. O il potere. Espressione simile sulle fotografie delle stelle cinematografiche o dei miliardari. Come una specie di maschera, appiccicata. Secondo volto, in sovrimpressione, sovrapposto per così dire a dei lineamenti originariamente belli. Le donne (la Vergine stessa) hanno occhi con le palpebre grevi, segrete, dalla fessura sinuosa per cui filtrano, più subdoli che pudichi, sguardi obliqui. Anche le labbra dall’aria altera, sdegnosa. Donne-bambine, consapevoli del loro prezzo. Del resto tutto è prezzo qui, ostentato, insolente: le armature, gli abiti, i colori raffinati, le acconciature di forma stravagante…

[Claude Simon, La battaglia di Farsalo, Einaudi 1987, pp. 126-127]

Piero della Francesca LVC

Posted in arte, claude simon, piero della francesca | Leave a Comment »