fragm

cette fin du monde de poche s’exprimait tout entière dans la syllabe fragm (Michel Leiris)

  • Commenti recenti

  • Classifica Articoli e Pagine

  • Articoli Recenti

  • Archivi

  • Categorie

  • Meta

  • Blog Stats

    • 21,690 hits
  • novembre: 2008
    L M M G V S D
    « Giu   Feb »
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
  • Pagine

AMELIA ROSSELLI

Posted by alfredoriponi su novembre 25, 2008

Cercando una risposta ad una voce inconscia
o tramite lei credere di trovarla – vidi le muse
affascinarsi, stendendo veli vuoti sulle mani
non correggendosi al portale. Cercando una risposta
che rivelasse, il senso orgiastico degli eventi
l’ottenebramento particolare di una sorte che
per brevi strappi di luce si oppone – unico senso
l’azione prestigiosa: che non dimentica, lascia
i muri radere la pelle, non subisce straniamenti
e non rivolta, contro questo male stritolante
e singhiozzante, che è la mia luna sulla faccia
l’odore di angeli sulle braccia, il passo certo
e non nascosto: la rovina lenta ma adempiuta:
un non staccarsi dalle cose basse, scrivendone
supina.

(Amelia Rosselli, Le poesie, Garzanti 2004)

 

*

Affermazione d’inesistenza. Un piccolo, inutile, balletto funebre: “ballerine suicide di notte”. Un’attesa perenne e una speranza mai delusa. “Vero verbo che sale nel tuo cuore”. La risposta che qui, tra le cose basse si cerca, nell’azione prestigiosa che si lascia incantare dal senso più segreto della perdita. Ottenebramento della sorte che s’oppone per brevi strappi di luce, un sentire i muri radere la pelle, che è lo stesso male che fa la luce della luna sulla faccia o l’odore degli angeli. Questo fronteggiare l’eternità che non si può dimenticare. Di questo si può scrivere supini perché tutto è già adempiuto, rovina lenta e inesorabile dell’accadere, ma sopportabile senza staccarsi dalle cose.

 

 

 

Annunci

Una Risposta to “AMELIA ROSSELLI”

  1. …”azione prestigiosa che si lascia incantare dal senso più segreto della perdita”… Poesia che, proprio NON salvando, salva miracolosamente, salva al di là della salvezza. Perchè, in fondo, “inesistenza” e “affermazione” vanno di pari passo. Strano a dirsi..ma semplice a esperirsi..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: